87th EUROCONSTRUCT CONFERENCE SCOPRI DI PIU'

I rapporti del Cresme subito disponibili

87a Conferenza Euroconstruct

Roma, 12-13 (+14) giugno

Il 12, 13 (e 14) giugno si svolgerà l’87a Conferenza EUROCONSTRUCT, organizzata da CRESME, il partner italiano del network europeo del mercato delle costruzioni.

 

Un congresso internazionale dedicato al mercato europeo delle costruzioni

  • con uno sguardo oltre i confini del vecchio continente
  • e un approfondimento dedicato ad un mercato chiave, quello dell’acqua

Nella due giorni di lavori, relatori provenienti dai principali paesi europei e non solo, i rappresentanti di 19 istituti di ricerca, i massimi esperti a livello globale in tema di resilienza ambientale, i rappresentanti dei principali operatori internazionali del servizio idrico, si incontreranno a Roma, presso la Casa dell’Architettura (https://www.casadellarchitettura.it/), per discutere e rispondere alle domande dei partecipanti. Due rapporti di ricerca del network EUROCONSTRUCT (Summary Report e Country Report), le presentazioni dei relatori dei due giorni di convegno saranno strumento di lavoro e fonte informativa messi a disposizione dei partecipanti.

XXVI Rapporto Congiunturale e Previsionale Cresme

Lo scenario di medio periodo 2018-2023

“E ADESSO?” COSA SUCCEDERÀ NEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI NEL 2019?

Nel pieno della sua metamorfosi il settore delle costruzioni si trova a registrare dopo segni di ripresa i rischi dell’incertezza che la nuova situazione politico-economica sta determinando.

2° Rapporto Congiunturale sul Mercato dei Serramenti

Il mercato potenziale 2018-2021

CRESME ha realizzato il secondo Rapporto Congiunturale e previsionale dedicato ai serramenti; è il primo esito di un importante sistema informativo in grado di descrivere e prevedere cosa succede in un mercato che in Italia, considerando l’intera filiera, produzione-distribuzione-installazione vede coinvolti 106mila imprese e 290mila addetti; uno dei temi che vengono affrontati è l’indice di sostituzione dello stock di finestre esistenti (più di 200 milioni nel comparto residenziale) che consente di disegnare la domanda del mercato.
Oltre al rapporto il CRESME ha organizzato un sistema informativo che può essere interrogato in forma personalizzata.

Il mercato pubblico dei servizi di FM per gli edifici in Italia 2007-2016

Rapporto FM edifici

Tra il 2007 e il 2016 i servizi FM per gli edifici, esternalizzati dagli enti pubblici e dai concessionari di reti, infrastrutture e servizi pubblici, sono rappresentati da 31.492 lotti dell’importo complessivo di circa 58,5 miliardi.  L’importo medio per lotto è pari a 2,4 milioni di euro. I valori annui medi del decennio sono pari a 3.149 lotti e 5,8 miliardi.  Riguardo al numero di lotti in gara, il valore medio annuo del decennio è superato negli anni 2007, 2010, 2012 e nel triennio 2014-2016. L’importo medio annuo, invece, è superato solo nel 2015 e nel 2014.  Nel 2016 risulta di poco inferiore: 5,784 miliardi contro 5,843.

4° Rapporto Congiunturale sul Mercato degli Impianti

Il mercato dell'installazione degli impianti in Italia 2018-2021

Nel 2017 le industrie hanno visto crescere del +6,5%, la distribuzione del +4,4%, l’installazione del +5,3%.; gli investimenti effettuati dalla domanda finale (gli utilizzatori), ammontano a circa 60,3 miliardi, inclusi i lavori sviluppati da imprese non specializzate e/o dal fai-da-te.

Si tratta di una crescita del 5% rispetto a quanto registrato nel 2016. La somma dei fatturati della filiera impiantistica per l’edilizia, vale a dire il fatturato cumulato di industrie, distributori e installatori coinvolti è stato di oltre 119 miliardi di euro. Si tratta di un ambito economico che coinvolge circa 200mila unità locali e 750mila addetti, distribuiti fra industrie e laboratori di fabbricazione, esercizi commerciali, installatori.

IL TERZIARIO A MILANO

Osservatorio sull'offerta di immobili a destinazione terziaria

Assimpredil Ance e BNP Paribas Real Estate hanno organizzato il 19 gennaio 2016 il convegno di presentazione del 2° Rapporto CRESME di analisi sull'offerta di immobili a destinazione terziaria a Milano.
L’attuale offerta di immobili direzionali in vendita e in locazione a Milano risulta carente in termini prestazionali e qualitativi: solo il 12% degli immobili vanta infatti prestazioni energetiche buone o sufficienti (ricadenti nelle classi A+, A, B, C e D), a fronte di oltre 1,2 milioni di mq (pari al 60% del totale dell’offerta) che si colloca in ultima classe (G).

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Proseguendo la navigazione, scrollando questa pagina o cliccando su OK acconsenti al loro uso.